Giovedì, 4 Aprile, 2013
Restauro dell'Organo antico nella Chiesa del Monastero della Visitazione

Il nostro Territorio, lo Sviluppo delle Attività Sportive e la tutela del Patrimonio Artistico sono le priorità che VIBanca ha sostenuto per l'anno 2011.

Durante la Manifestazione Celebrativa del Centenario, tenutasi il 21 Novembre 2010 nella splendida cornice del Convento di Giaccherino, il Presidente VIBanca, l'Avv. Patrizio Rosi fece un'importante annuncio, l'impegno da parte della Banca e del suo Consiglio di Amministrazione a destinare la somma straordinaria di 20.000€ per finanziare una o più opere o progetti duraturi nel tempo di utilità, di interesse Sociale ed Artistico sul territorio Pistoiese.

Da Novembre ad oggi le domande di ammissione presentate a VIBanca, entro la scadenza prevista del bando sono state molteplici confermando così l'interesse e la voglia dei cittadini nel cercare la giusta spinta di miglioramento per la propria Città.

Arduo è stato il lavoro del Consiglio di Amministrazione che ha dovuto vagliare approfonditamente tutte le domande pervenute, molte di queste interessanti nei vari settori di appartenenza, studiandone la fattibilità e l'impegno economico necessario deliberando infine il contributo per il progetto delle Monache del Monastero della Visitazione di Pistoia e per la P.S.B. Pistoia Scuola Calcio, Bottegone.

Il primo Progetto prevede il restauro dell'Organo Agati-Tronci datato 1891 e collocato all'interno della chiesa del S. Cuore annessa al Monastero in Via delle Logge a Pistoia.

Questo strumento è uno dei più antichi presenti nella nostra Città ed oltre ad essere un vero capolavoro artistico è uno dei pezzi unici fabbricati dalla storica Azienda Toscana Agati Tronci che nel 1880 era leader in Italia ed in Europa nella produzione di Organi. Il recupero dell'Organo, sarà non solo un'importante presenza all'interno di tutte le celebrazioni liturgiche della Chiesa del S. Cuore, ma anche una piccola perla del nostro Patrimonio Artistico che finalmente potrà tornare al suo originario splendore.

Il totale restauro affidato all'esperto Samuele Maffucci, che durerà circa 1 anno, riporterà alla luce oltre le canne Ottocentesche della Pregiata Agati Tronci anche le canne che si pensa possano essere addirittura più antiche forse provenienti dal precedente Monastero, divenuto poi Caserma Umberto e distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale.